Parte, con la sua decima edizione, la nuova avventura di DiC Donne in Campus 2016.

Il progetto itinerante ideato dalla Holiday net e realizzato dall’Osservatorio Turistico Permanente per questa edizione si arricchisce di collaborazioni illustri che vede tra i partners il Comune di Salerno, la Coldiretti Salerno, Legambiente Salerno, l’Associazione Angela Serra, Villa Ferrara, Net Beach ed il Centro Artisti Salernitani. Gli obiettivi dell’evento sono come sempre promuovere e favorire la nascita e la crescita di nuove attività artigianali e sviluppare gli antichi mestieri femminili come nuove attività imprenditoriali.

L’evento si terrà nei giorni 2,3,4 marzo; 6,7,8 aprile; 4,5,6 maggio negli spazi interni di Villa Carrara a Salerno. Le novità di “Donne in Campus 2016” saranno la possibilità di partecipare a seminari gratuiti sulla “sana alimentazione”; sulla “medicina di genere” rivolti alle donne e non solo; a seguire la mostra permanente dove artigiane, artiste ed associazioni femminili e datoriali mostreranno al pubblico le proprie opere e/o i loro lavori e degustazioni offerte da aziende della Coldiretti Salerno.

Giovedi 3 marzo dalle ore 17.00 alle ore 18.30 è previsto lo show “Musica e Moda”, sfilata aperta al pubblico, della designer Natasha(Arte del Feltro) con il sottofondo musicale degli artisti Paolo Carlo Monizzi alla chitarra e Marino Raffaele al mandolino, degustazioni curate da Azienda Nobile di Giuseppina Carmando.

Non mancheranno i laboratori didattici rivolti agli alunni delle scuole primarie e secondarie, vero punto di forza dell’evento.

La presentazione è prevista per il 01 marzo 2016 nel corso di una conferenza stampa che si terrà nel salone di Villa Carrara a Salernoa partire dalle ore 10,30.

All’incontro saranno presenti Eva Avossa Vice Sindaco del Comune di Salerno, Anna Cione Presidente Osservatorio Turistico Permanente, Felice Ferrara Amministratore Unico della Holiday net, Antonella dell’Orto Presidente Donne Impresa Coldiretti, Elena Ostrica Presidente Centro Artisti Salerno, Gianluca De Martino Legambiente Salerno, un rappresentante dell’Associazione Angela Serra, gli espositori ed i sostenitori dell’iniziativa, degustazioni curate da Pasticceria Lia.

Fonte: https://www.salernonotizie.it/2016/02/27/parte-con-la-sua-decima-edizione-la-nuova-avventura-di-dic-donne-in-campus-2016/

L’Angelo della Pace “vola” al IV Circolo “Matteo Mari” di Salerno: la cerimonia

Forti emozioni, questa mattina, presso IV Circolo “Matteo Mari” di Salerno presieduto dalla dirigente Liliana Dell’Isola. Alla scuola salernitana, infatti, è stato conferito il premio internazionale “L’Angelo della Pace”, nell’ambito delle Giornate della Solidarietà e della Mondialità promosse dalla Fondazione Rachelina Ambrosini. Incantevole il pannello della Sacra Famiglia della ceramica Solimene donato all’istituto che è il primo tra le scuole italiane a ricevere il prestigioso riconoscimento. A meritare l’Angelo, tra le illustri personalità premiate, lo scorso anno è stato Papa Francesco. Tra i presenti alla cerimonia,il vicesindaco Eva Avossa, Tommaso Maria Ferri, presidente della fondazione Rachelina Ambrosini, don Alfonso D’Alessio responsabile dell’ Ufficio delle Comunicazioni sociali della Curia, Padre Francesco Carmelita e Giancarlo Solimene autore del pannello. “Se crediamo alla forza di una mano tesa. Se crediamo che ciò che riunisce gli uomini è più importante di ciò che li divide. Se crediamo che essere diversi è una ricchezza e non un pericolo, la Pace verrà – ha osservato la dirigente Dell’Isola- Abbiamo proprio bisogno di parole che danno speranza e aprono orizzonti. Abbiamo bisogno di iniezioni di coraggio nel nostro impegno educativo in un mondo dove l’irrazionalità e il cieco individualismo sembra vogliano farla da padrone”.“

L’Angelo della Pace “vola” al IV Circolo “Matteo Mari” di Salerno: la cerimonia
„Puntando i riflettori sulla necessità di combattere il senso di sfiducia che sembra pervadere l’animo di molti giovani, la dirigente ha aggiunto: “Le grandi rivoluzioni partono sempre da cuori puri, da idee fresche, da una sana caparbietà. A tal proposito mi piace citare le parole di Don Oreste Benzi: Non abbiate paura del male che c’è nel mondo. Abbiate paura del Bene che manca. E Giovanni Paolo II aggiungeva: Non abbiate paura di ribellarvi con scelte che vanno contro corrente per fare voi il Bene che manca”. “Vinci l’indifferenza e conquista la pace”, con queste parole, del resto, Papa Francesco richiama l’intera Umanità a riflettere sul senso della Pace,, come sottolineato dalla stessa dirigente. “La Pace è frutto di conquista, di percorsi condivisi, di mani tese, di cuori aperti all’incontro, di sensibilità umane che rifiutano ogni forma di sudditanza e di schiavitù. Di spiriti liberi che promuovano nei giovani il senso della Vita, quello dell’uguaglianza e della libertà. Di menti che educano alla mondialità, sentendosi parte di una dimensione planetaria, figli dello stesso Padre. In questo percorso formativo la scuola, la famiglia, le istituzioni hanno un ruolo fondamentale di guida e di accompagnamento”. Intriso di profondi messaggi, intanto, anche il pannello raffigurante la Sacra Famiglia inaugurato nella scuola sempre questa mattina. La Matteo Mari, quindi, funge da vero esempio di comunità educante, grazie alla dirigente Dell’Isola e alla sua valida squadra di insegnanti e personale scolastico. Una preziosa risorsa, insomma, per la comunità tutta.“

Fonte: http://www.salernotoday.it/cronaca/premio-angelo-della-pace-matteo-mari-cerimonia.html

La scuola include, la scuola esclude, presentato il progetto sul bullismo di Anffas Salerno in collaborazione con l’Università del Sannio.

Valutare se la scuola promuove l’inclusione o favorisce la discriminazione. Tenendo conto dell’ampio spazio avuto dal bullismo sui media negli ultimi tempi, si avverte sempre più la necessità di approfondire le caratteristiche del fenomeno e di evidenziare interventi preventivi, perché il bullismo deve essere considerato un problema della comunità e non soltanto della scuola. Il bullismo fa male a coloro che lo subiscono, che lo compiono e a coloro che assistono senza fare niente, perché la violenza crea violenza.

Punta esaminare diversi aspetti “La Scuola Include, la scuola esclude – bullismo, scuola e famiglia”, l’iniziativa promossa da Anffas Giovani, impegnata a promuovere l’inclusione sociale e la qualità della vita tra gli adolescenti e i giovani adulti e dall’Associazione Sorrisi Sparsi, importante espressione di solidarietà nella comunità salernitana, con il patrocinio del Comune di Salerno e dell’Università degli Studi del Sannio, in collaborazione della Parrocchia dei Santi Nicola e Matteo di San Mango Piemonte e Sordina, presentata questa mattina nella Sala del Gonfalone a Palazzo di Città a Salerno.

Sono intervenuti alla presentazione del progetto l’assessore comunale all’Istruzione Eva Avossa, l’assessore comunale alla Politiche Sociali Nino Savastano, il Coordinatore Regionale Anffas Onlus Salvatore Parisi, il referente nazionale del progetto Anffas Giovani Alessandro Parisi, il prof. Guido Migliaccio e il prof. Biagio Simonetti del Dipartimento di Diritto, Economia, Management e Metodi Quantitativi dell’Università degli Studi del Sannio, il Presidente dell’Associazione Sorrisi Sparsi Enzo Sabatino, la responsabile del concorso edel premio intitolato alla Prof.ssa Elvira Iuri, Alessandra Di Giacomo, il parroco di Sordina e San Mango Piemonte Don Antonio Romano. Read More