Salerno: ‘Parole in Libertà’, l’IC Vicinanza promuove progetto didattico innovativo

Salerno: ‘Parole in Libertà’, l’IC Vicinanza promuove progetto didattico innovativo

Si è tenuto presso il Salone dei Marmi del Comune di Salerno l ‘incontro dibattito dal titolo Parole in libertá, organizzato dall’Istituto comprensivo “Salerno Vicinanza“. Ad accogliere i numerosissimi allievi delle classi terze del plesso scuola secondaria Pirro vi era il Vice sindaco Eva Avossa che in qualità anche di Assessore alla Pubblica Istruzione ha lodato l’iniziativa, auspicando una sempre maggiore collaborazione tra Scuola, Università ed Enti territoriali.

Erano infatti presenti, oltre al Dirigente scolastico Rega Sabrina promotrice dell’evento, anche il Presidente del Corso di laurea di Scienze della comunicazione Virgilio D’Antonio e il professore universitario del Dipartimento di Scienze Politiche Sociali e della Comunicazione Alfonso Amendola, delegato per i progetti con le scuole, i quali hanno avuto l’occasione per presentare il correlato progetto inerente la didattica della comunicazione, che per la prima volta in Campania viene attuato in una scuola secondaria di I grado. Il progetto, che si pone in continuità con quanto giá realizzato al Liceo Classico Tasso negli anni scorsi, propone attività laboratoriali per gli studenti, tenute da docenti universitari in codocenza con i professori di lettere della scuola Pirro.

Per il corrente anno scolastico verranno attivati percorsi di cinema, teatro, comunicazione pubblicitaria e utilizzo responsabile dei social network con produzione di materiali didattici. L’incontro è stato moderato dalla giornalista Erminia Pellecchia, la quale ha colto l’entusiasmo di tutti i soggetti coinvolti in tale progetto sperimentale, lodando gli allievi per la loro compostezza e partecipazione e ricordando che già lo scorso anno alcuni alunni della Pirro avevano dato prova di grande preparazione e voglia di fare nella realizzazione di un libro sulla storia della città di Salerno.
Particolarmente graditi i saluti del Provveditore agli Studi di Salerno Dott. Renato Pagliara per il tramite di Ketty Volpe, la quale ha sottolineato l’importanza di una didattica innovativa al di lá degli itinerari convenzionali. A chiusura dell’evento la soddisfazione del Dirigente scolastico che ha sottolineato il rapporto tra emozione e apprendimento e un simpatico fuori programma: il Prof. Luca Lanzetta, responsabile del laboratorio di comunicazione, ha coinvolto alunni, docenti e pubblico presente in un mega selfie!

Fonte: https://www.salernonotizie.it/2016/10/21/salerno-parole-in-liberta-lic-vicinanza-promuove-progetto-didattico-innovativo/

“Valut (aiut)iamoci per migliorare”: le scuole salernitane si uniscono in rete

Due giorni di battito per migliorare l’offerta formativa negli istituti scolastici della provincia di Salerno. Numerosi i partecipanti

L’unione fa la forza. E anche le scuole di Salerno e della provincia prendono alla lettera il proverbio. Da qui la decisione di mettersi assieme per migliorare l’offerta formativa. E’ questo in sintesi lo spirito della rete Li.sa.ca. (Liberi saperi campani) che raggruppa 44 istituti scolastici di Salerno e della provincia. Una sfida appena iniziata, che ha l’intento di affrontare i problemi quotidiani ma, soprattutto, di puntare all’eccellenza. Perché chi ha aderito al progetto ha “sposato” un ambizioso obiettivo: educare e istruire i ragazzi attraverso la qualità dei saperi e delle competenze, la qualità d’aula, la qualità delle procedure e la qualità dell’universo scuola. Un’organizzazione la cui missione è il raggiungimento del successo formativo di tutti gli alunni, senza lasciarne alcuno indietro. Un modello peer to peer che tende al raggiungimento della qualità della scuola e nella scuola in tutte le sue accezioni. I dirigenti salernitani, convinti che la qualità sia il must di ogni organizzazione educativa, puntano dunque sulla crescita degli standard dei risultati anche attraverso simulazioni comuni e condivise, tenendo sempre in mente che qualità è evoluzione ed è funzionalità. Ed è proprio questa la finalità del convegno “Valut (aiut) iamoci per migliorare”, che si terrà venerdì 28 e sabato 29, e che vedrà radunati a Salerno i maggiori esperti del mondo scolastico nazionale.

Si partirà domani, venerdì 28, presso il Salone dei Marmi di Palazzo di Città, alle 15, col saluto del sindaco di Salerno Enzo Napoli, del direttore generale del Miur Campania, Luisa Franzese, del dirigente Miur Salerno, Renato Pagliara e dell’assessore comunale alle Pubblica istruzione, Eva Avossa. A seguire prenderanno il via i lavori, con la prima sessione, moderata da Annalisa Frigenti, dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo San Tommaso d’Aquino, che relazionerà pure sul tema “La rete per la valutazione e l’innovazione”. Quindi sarà il turno di Anna Maria Ajello, presidente Invalsi (Valutare le scuole: com’è andata) e di Francesca Storai (Indire) che parlerà delle “Politiche istituzionali: valutazione e miglioramento”. “Gli itinerari del miglioramento” sarà l’argomento trattato da Vito Infante, dirigente scolastico, Rete Sirq e Marchio Saperi , mentre Sebastiano Pulvirenti, dirigente tecnico-rete Faro Sicilia parlerà di “Progettare e organizzare la valutazione: Un percorso meta cognitivo per attivare il miglioramento. “Il piano di miglioramento nel progetto dell’offerta formativa: dalla progettazione alla sua realizzazione”, sarà l’argomento trattato da Mirella Paglialunga, dirigente scolastico-Rete Au.mi.re. Marche. Read More

Autismo Chi si ferma è perduto, l’ABA tra i banchi di scuola

Autismo Chi si ferma è perduto, l’ABA tra i banchi di scuola

ABA tra i banchi di scuola. Nell’ambito dell’accordo di rete Autismo una sfida da vincere, capofila la dottoressa Elvira Vittoria Boninfante e’ stata lanciata una campagna di sensibilizzazione mirata ad informare docenti e genitori sulla metodologia ABA e nell’intento di favorire il dialogo tra i vari attori .

Al corso sono intervenuti la dottoressa Eva Avossa, la dottoressa Rosa Zampetti dell’asl e la dottoressa Margherita di Ciancia , NPI del distretto 66 per testimoniare che asl ,comune e scuola cominciano a sinergizzare . Di volta in volta saranno chiamati l’assessore ed il NPI del comune e del distretto delle varie scuole .
L’associazione “Autismo Chi si ferma e’ perduto” chiede di inviare docenti di sostegno e curriculari insieme ai genitori degli alunni autistici delle varie scuole anche come uditori per favorire la conoscenza dell’autismo
Autismo Chi si ferma e’ perduto
Il Presidente
Grazia Naddeo

Read More

Inaugurata la “Biennale Contemporanea” di Salerno: bagno di folla

Inaugurata la “Biennale Contemporanea” di Salerno: bagno di folla

Tantissimi artisti ed esponenti istituzionali hanno partecipato al taglio del nastro della manifestazione, presso Palazzo Fruscione, che andrà in scena fino al prossimo 20 novembre

E’ stata inaugurata, nella serata di sabato, presso lo storico Palazzo Fruscione, la Biennale Contemporanea di Salerno, che si potrà visitare fino a domenica 20 novembre proponendo in una cornice legata alla tradizione longobarda tutto il fascino dell’arte contemporanea. Giunta alla seconda edizione, quest’anno il tema della Biennale si lega al tema dei “Bambini traditi”. Numerosi personaggi di spicco, provenienti da tutto il mondo, saranno ospiti della manifestazione, che attribuirà una serie di prestigiosi premi, intitolati e dedicati a Trotula de Ruggiero, la prima donna medico della storia, insigne nome della cultura salernitana, proprio per sottolineare la salernitanità della manifestazione e per connetterla idealmente alla sua importante storia artistica, scientifica e culturale. Da quest’anno verrà attribuito anche il Premio Zaha Hadid, alla genialità delle idee.

Una rassegna internazionale d’arte, a cadenza biennale, a Salerno costituisce un eventoin grado di offrire una sofisticata vetrina espositiva, allo scopo di instaurare un dialogo con il pubblico e con gli specialisti del settore, e mettere a confronto esperienze e risultati diversi, proprio a Salerno, una città proiettata verso un fortissimo rinnovamento culturale e turistico. Una sezione importante darà vita alla seconda biennale della eco sostenibilità, dove l’arte sarà coniugata ad una sensibilizzazione per il recupero ed il riciclo dei materiali. In ogni caso rimarrà ferma la possibilità di proporsi con un tema libero, lasciando ampio spazio alle differenti forme di espressività.

Il programma della Biennale è molto articolato e di per sé ambizioso e si snoda attraverso un format lungo un anno, denominato: “Waiting for the Biennale”, un cartellone di eventi, che costituiscono una premessa e fanno da preludio, fino al suo atto finale, perché sia mantenuto costantemente vivo il tema. Grande ed immediata è stata l’attenzione da parte del pubblico e dei mass media riscontrata nella prima edizione. Non è mancato un grande interesse da parte degli operatori del settore: critici, gallerie ed artisti, con tantissime adesioni dalla città di Salerno e da tutt’Italia, oltre che dall’estero. Ottimi i risultati raggiunti anche dagli artisti che hanno partecipato. Una scommessa per un nuovo sentire, da sperimentare nell’Arte, sia con i materiali e le tecniche del passato, sia con i nuovi mezzi di espressione, manifestando una visione pluralistica di contenuti, di tecniche e di esperienze artistiche: uno spettacolare laboratorio di creatività globale.

Presenti all’inaugurazione, tra gli altri, il vice sindaco Eva Avossa, il presidente della commissione Cultura Ermanno Guerra, i curatori della manifestazione Olga Marciano e Giuseppe Gorga, il direttore del Conservatorio di Musica “Martucci” Imma Battista, il direttore ed editore del Magazine di Arte contemporanea Frattura Scomposta Sergio Curtacci, la dirigente del liceo artistico Ester Andreola, il curatore de la Bienal di San Nicolas, Buenos Aires, Luis V. Gramet. Agli organizzatori sono arrivati anche gli auguri del ministro Gianluca Galletti.

Fonte:http://www.salernotoday.it/cronaca/inaugurazione-biennale-contemporanea-salerno-16-ottobre-2016.html