Scuole contro la violenza on line: iniziative MIUR UNICEF a Salerno

Le Scuole contro la violenza on line. L’iniziativa, nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Focus sulla cyberviolenza e su quanto gravita nel variegato, complesso, mondo del web non escluse le silenziose prepotenze, i ricatti, le violenze on line, le istigazioni al suicidio.

Più voci, con il coordinamento di Ketty Volpe, si alterneranno per andare al cuore dei problemi della rete e lanciare una corda perché se ne possano fare solidi “Nodi BLU” di prevenzione e denuncia, per evidenziare forme di disagio e abbracciare le diverse infanzie e adolescenze che colorano le Scuole di una città/provincia di sbarco.

Saluti istituzionali dell’assessore alla istruzione Eva Avossa e del Dirigente USR Campania Ambito Salerno Renato Pagliara. Brevi riflessioni della Consulta Provinciale degli Studenti.

Lectio magistralis dell’antropologo Paolo Apolito (UniRoma3) su Millennial e Cyberviolenza.

Interventi di:

Marzia Calvano MIUR Direzione Generale dello Studente “ Le Scuole unite contro il bullismo”

Manuela D’Alessandro responsabile Programmi Italia Comitato Italiano UNICEF

“ Scuola AMICA”.

Sarà un momento di riflessione ed informazione nel giorno dedicato alla non violenza per andare verso la Prima Giornata Nazionale contro il Bullismo a Scuola, fissata per il prossimo 7 febbraio 2017 in coincidenza con la Giornata Europea ( Safer Internet Day) della Sicurezza in Rete.

Millennial e Cyberviolenza

Iniziative MIUR UNICEF

Salerno 25 novembre 2016 ore 9,45

Camera di Commercio, via Roma, Salone del Genovesi

Fonte: https://www.salernonotizie.it/2016/11/24/scuole-contro-la-violenza-on-line-iniziative-miur-unicef-a-salerno/

Luci d’Artista, riparte “Work experience”: gli studenti diventano ciceroni

Luci d’Artista, riparte “Work experience”: gli studenti diventano ciceroni

La nuova edizione si arricchisce del progetto “MiniGuide Luci d’Artista”, che vede la partecipazione di circa 80 dei cinque istituti superiori e che quest’anno prevede la visita a 5 chiese rappresentative della fede, della storia e dell’arte cittadina

Riparte la Work experience Luci d’Artista, il progetto che, come ogni anno ormai, tanti studenti degli istituti cittadini sosterranno nel periodo di svolgimento dell’evento. Sono circa 250 gli alunni degli istituti Regina Margherita, Roberto Virtuoso, S.Caterina da Siena-Amendola, Da Procida e Giovanni XXIII che dal week end 26-27 novembre avranno l’opportunità di effettuare un’esperienza sul campo nel corso della manifestazione, integrando il momento formativo con quello del lavoro attraverso l’applicazione sul territorio delle competenze acquisite. I ragazzi svolgeranno il loro tirocinio nei luoghi di principale interesse turistico della città ed affiancheranno l’amministrazione nella attività di informazione ai turisti.

Per questa edizione la work experience si arricchirà del progetto “MiniGuide Luci d’Artista”, che vede la partecipazione di circa 80 dei cinque istituti superiori e che quest’anno prevede la visita a 5 chiese rappresentative della fede, della storia e dell’arte cittadina: Chiesa del Crocifisso, Chiesa di San Giorgio, Cattedrale e Cripta, Cappella e Ipogeo di San Pietro a Corte, Chiesa dell’Annunziata. La presentazione è avvenuta questa mattina presso la Sala Giunta di Palazzo di Città alla presenza del sindaco Vincenzo Napoli, degli assessori Eva Avossa e Roberto De Luca e di numerosi studenti. “Questo progetto – ha spiegato De Luca – è uno splendido esempio di collaborazione tra istituzioni, che al contempo a noi garantisce un supporto per l’evento Luci d’Artista, che stiamo cercando di arricchire e di rendere sempre più fruibile ai visitatori, e ai ragazzi offre l’opportunità di un’esperienza professionale. Sono convinto che potremo trovare ulteriori sinergie affinché Salerno sia sempre “a porte aperte”, affinché si possa creare un’offerta turistica tale da poter mostrare in maniera sempre più strutturata i tesori della nostra città. Stiamo lavorando con decisione al concetto di Salerno come città dell’accoglienza. Se davvero vogliamo rendere la nostra città turistica e accogliente – ha ribadito – non bastano il nostro patrimonio culturale, il mare, le luci: l’elemento fondamentale è il capitale umano, i nostri ragazzi, gli ambasciatori che ci aiuteranno ad esporre le bellezze di Salerno e a diffondere l’immagine della città che vuole crescere e che vuole proporsi con sempre maggiore appeal ai turisti che vengono in visita”. Read More

“Una panchina rossa per dire ‘no’ a violenza e prevaricazione”

“Una panchina rossa per dire ‘no’ a violenza e prevaricazione”

Fisciano. “Qui siede chi non guarda se non con gli occhi dell’amore, chi non possiede ma abbraccia, chi non giudica ma accoglie e chi non fa spazio alla violenza”. E’ questa la frase che campeggia sulla panchina rossa sistemata in prossimità del chiostro della pace dell’ateneo universitario di Salerno a Fisciano. Queste parole sono della dottoressa Maria Cristina Folino, laureata in Pubblicistica e Filologia Moderna, e simboleggiano quello che la “panchina rossa” è: un omaggio alle tante donne cadute vittime di violenza. La frase è stata scelta tra gli oltre cento i pensieri che sono arrivati nell’ambito del contest lanciato dall’università. Tutti sono stati raccolti nello spazio web dedicato alla panchina rossa sul sito istituzionale dell’ente.

Ospite d’eccezione della giornata contro la violenza di genere è stata la professoressa Minerva Josefina Tavarez Mirabal, discendente delle tre sorelle Mirabal che furono trucidate per essersi opposte alla dittatura di Rafael Leónidas Trujillo nella Repubblica Dominicana. “Siamo qui, all’Università di Salerno, per ricordare il sacrificio delle tre sorelle Mirabal Patria, Minerva e Maria Teresa assassinate brutalmente nel 1960 dalla dittatura nella Repubblica Dominicana. Il loro omicidio commosse il Paese ed il Mondo. Grazie al loro sacrificio l’ONU ha proclamato il 25 Novembre ‘Giornata internazionale contro la violenza sulle donne’. La nostra presenza all’ateneo universitario di Salerno serve a testimoniare la necessità che simili tragedie non si ripetano più, che la violenza contro le donne non alberghi più nelle nostre comunità”. Read More

Parte il progetto Salerno in particolare con gli scatti di Ciro Fundarò

Ieri pomeriggio al Palazzo Ruggi d’Aragona si è celebrata l’inaugurazione della mostra “Salerno in Particolare” realizzata dal DISPAC dell’Università di Salerno.

Ad accogliere i tanti visitatori c’è stata una grande cartografia tematica georeferenziata interattiva in quanto schematizzava il ricco patrimonio monumentale, classificato tra chiese, monasteri e palazzi nobiliari, presentate su una serie di immagini fotografiche.

La carta tematica poi, costituisce l’ideale punto di partenza di una visita del centro storico di Salerno dove grazie alla creazione di una SmartApp per dispositivi mobili, sarà possibile avere una guida pratica per poter fruire dei punti di interesse culturale.

La cartografia invece, è stata riprodotta in dimensione macro ovvero sette metri per tre, dove ci sono evidenziate circa 40 di alcune particolarità significative presenti sul nostro territorio.

L’artista principale in questione è Ciro Fundarò noto fotografo scomparso di recente, che ha voluto regalarci però con il suo lavoro la straordinaria bellezza del paesaggio urbano. Read More

Festa delle forze armate: cerimonia in Piazza Amendola, i carabinieri incontrano gli studenti

Festa delle forze armate: cerimonia in Piazza Amendola, i carabinieri incontrano gli studenti

Diverse scolaresche del capoluogo hanno avuto modo di visitare la caserma e di conoscere le varie articolazioni del Comando, i compiti dei reparti che operano a Salerno e in provincia, ma anche l’organizzazione delle specialità che supportano le indagini“

Questa mattina, in occasione della Giornata delle Forze Armate, la caserma intitolata ai carabinieri Fortunato Arena e Claudio Pezzuto, sede del comando provinciale di Salerno, ha aperto le porte ai cittadini salernitani, per testimoniare ancora di più la vicinanza dell’Arma alle persone che quotidianamente si rivolgono ai militari in divisa come punto di riferimento per la sicurezza. Diverse scolaresche del capoluogo, accompagnate dagli insegnanti, hanno avuto modo di visitare la caserma e di conoscere le varie articolazioni del Comando, i compiti dei reparti che operano a Salerno e in provincia, ma anche l’organizzazione delle specialità che supportano le attività investigative e di controllo del territorio.

In particolare, i ragazzi hanno visitato la Stazione Carabinieri, dov’è stata allestita nel piazzale un’esposizione dei mezzi in dotazione all’Arma, per i quali hanno mostrato particolare interesse: le “gazzelle” e le moto del Nucleo Radiomobile e il robot utilizzato dagli artificieri per la ricerca e il disinnesco di esplosivi. Gli studenti hanno visitato anche il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti, dove è stata eseguita una dimostrazione di campionatura della droga da analizzare e la Sezione Investigazioni Scientifiche e sono stati mostrati il sistema per il fotosegnalamento e le procedure per il rilevamento delle impronte digitali. Al termine della mattinata, i giovani hanno assistito alla proiezione di un filmato realizzato dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, nel quale sono ripercorse le fasi salienti della storia dell’Istituzione e le attività dell’Arma, nel passato come nel futuro indirizzate al servizio in favore della collettività, in occasione di eventi lieti e tragici che hanno scandito la storia del Paese. Analoghe iniziative hanno interessato quest’anno anche le caserme delle Compagnie dei Carabinieri di Battipaglia e Sala Consilina.

E sempre questa mattina, in Piazza Amendola, si è svolta la tradizionale cerimonia in onore delle forze armate. Oltre a Questore e Prefetto erano presenti i vertici salernitani delle forze dell’ordine, il vice sindaco Eva Avossa, il consigliere provinciale Giovanni Coscia e il deputato Tino Iannuzzi.

Fonte: http://www.salernotoday.it/cronaca/forze-armate-studenti-visitano-comando-carabinieri-salerno-4-novembre-2016.html

Il Comune di Salerno aderisce alla Settimana del Benessere psicologico

Anche quest’anno il Comune di Salerno ha aderito alla Settimana del Benessere psicologico, manifestazione annuale, giunta alla settima edizione, organizzata dall’Ordine degli Psicologi della Regione Campania in collaborazione con l’A.N.C.I. (Associazione Nazionale Comuni Italiani), che viene realizzata in tutto il territorio regionale, con la partecipazione attiva degli psicologi campani e delle Città Amiche del Benessere.

L’obiettivo dell’iniziativa è diffondere cultura psicologica creando contesti di riflessione tra istituzioni, cittadini e psicologi, rendendo visibili le competenze, le azioni e gli ambiti in cui lo psicologo opera e attivando reti capaci di promuovere Benessere.

Le iniziative della settimana del benessere sono essenzialmente due:
– Conferenze rivolte ai cittadini su temi di interesse psicologico;
– Consulenze gratuite da parte degli psicologi aderenti all’iniziativa.
L’elenco degli psicologi aderenti, suddivisi per provincia, è consultabile sul sito www.psicamp.it nella sezione Studi Aperti.

Faranno da cornice all’edizione di quest’anno i temi del “Cambiamento” e della “Partecipazione.”

Attorno a questi temi, un gruppo di psicologi operanti sul territorio, ha organizzato un convegno che si terrà Mercoledì 9 Novembre alle ore 09.30 c/o il Salone dei Marmi del Comune di Salerno dal titolo “#condi-vediamoci – Le relazioni ai tempi dei social” in cui si focalizzerà l’attenzione sui cambiamenti, che l’uso dei social network ha prodotto nel modo di vivere le relazioni con gli altri, cercando di approfondire le caratteristiche di questi strumenti sia in termini di risorse che di rischi.

Parteciperanno all’evento:
Antonietta Bozzaotra – Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Regione Campania
Vincenzo Napoli – Sindaco
Eva Avossa – Vicesindaco e Assessore alla Pubblica istruzione
Fabio Polverino – Consigliere e Vicepresidente Commissione Finanze, Patrimonio e Personale
Luisa Petrosino, Consigliera dell’Ordine degli Psicologi della Regione Campania

Interverranno gli psicologi: Samantha Bellini, Pia Cancro, Cristiana Di Giovanni, Daniele Marmo, Francesco Napoli, Anna Parola, Giulia Tortora e Alice Triuzzi.

Conclude: Raffaele Felaco, Presidente Associazione Psicologi per la Responsabilità Sociale.

Fonte: http://www.comune.salerno.it/client/scheda_news.aspx?news=42523&stile=7&prov=3