L’Università ponte tra scuola, impresa, territorio

L’Università ponte tra scuola, impresa, territorio

Venerdì 27 gennaio 2017, alle ore 10, presso la Sala Conferenze del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università di Salerno, si terrà seminario dal titolo “L’Università ponte tra scuola, impresa e territorio: l’Alternanza Scuola-Lavoro nei progetti per i beni culturali”. Oltre a docenti dell’Università di Salerno e ai rappresentanti istituzionali dell’Università, dell’Ufficio scolastico regionale, del Comune di Salerno e della Soprintendenza di Salerno e Avellino, all’incontro parteciperà il dott. Fabrizio Proietti, dirigente del MIUR responsabile dell’Alternanza Scuola-Lavoro.

Diversi e numerosi gli interventi che si susseguiranno sino alle ore 13 in mattinata con Aurelio Tommasetti, Magnifico rettore dell’ateneo salernitano, Luisa Franzese, direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, Eva Avossa Vicesindaco e Assessore alla pubblica Istruzione del nostro comune, Sebastiano Martelli, referente del rettore per la Formazione degli insegnanti, Rosalba Normando, delegato per l’orientamento degli Studenti, Vincenzo Auletto, delegato per la didattica e i servizi informativi di supporto alla didattica, Maurizio Sibilio, delegato alla formazione per l’educazione e l’inclusione, e ancora Mariagiovanna Riitano, direttore del dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale, Clementina Cantillo, delegato all’Orientamento e all’alternanza Scuola Lavoro, Dispac, Anna de Martino, responsabile area educazione e ricerca della soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio delle province di salerno e Avellino, Luca Cerchiai e Massimo De Santo, del distretto ad alta tecnologia per i beni Culturali Databenc, Fabrizio Proietti dirigente Miur. Nel pomeriggio, invece, si procederà a partire dalle ore 15, alla visita alle installazioni e alla mostra “Salerno in particolare”– immagini del centro storico”, allestita insieme alla Soprintendenza, con guide particolari, gli studenti dei licei Giovanni Da Procida e Antonio Genovesi-Da Vinci di Salerno, unitamente a quelli del mancini di Avellino, attraverso una grande cartografia appositamente realizzata e una campagna fotografica mirata, svela particolari poco noti o per diverse ragioni addirittura “invisibili” della città antica: dipinti, sculture, elementi archeologici, immagini d’archivio che restituiscono la complessità e la ricchezza del patrimonio culturale che si concentra nel Centro storico. Read More

Le scuole di Salerno al gelo, il vice sindaco Avossa: “Ora tutto ok”

“Il peggio è passato”. Così l’assessore comunale alla pubblica istruzione valuta lo stato di salute degli Istituti sotto l’egida di Palazzo di Città. “Riscaldamenti accesi dalle 6.30”

A scuola che tempo fa? Lo abbiamo chiesto al vice sindaco di Salerno Eva Avossa, assessore comunale alla pubblica istruzione. Un sospiro precede la risposta, che poi arriva immediata: “Il peggio è alle spalle. L’eccezionale ondata di maltempo, in concomitanza con la ripresa delle lezioni dopo la pausa natalizia, ha spiazzato un po’ tutti, perché i riscaldamenti sono rimasti spenti per tre settimane, quelle dell’interruzione delle lezioni – analizza Avossa – Abbiamo posto rimedio con una prima ordinanza di chiusura, servita a tutelare i piccoli alunni ma anche a garantire una ricognizione generale. E’ cominciata, però, il martedì dopo l’Epifania e non poteva essere altrimenti: di lunedì, le scuole erano di nuovo chiuse e i tecnici non avrebbero potuto verificare il corretto funzionamento delle caldaie, in assenza di personale scolastico. Il controllo è avvenuto dal martedì e i disagi maggiori, ricoscontrati soprattutto nelle scuole di nostra competenza che si trovano nelle zone collinari, si sono attenuati. La situazione sta rientrando, anzi è rientrata. Abbiamo utilizzato anche nuovi accorgimenti”.

Di cosa si tratta? “Abbiamo anticipato e prolungato la fascia oraria nella quale restano accesi i termosifoni a scuola. Le aule venivano riscaldate dalle ore 7.30 ma adesso si comincia alle 6.30. I termosifoni vengono spenti alle 15.30. Ricordo, però, a tutti, e sopratutto ai dirigenti scolastici che le difficoltà e le anomalie vanno comunicate dalla scuola agli uffici, soprattutto nel caso degli Istituti nei quali non viene svolto orario prolungato e quindi i termosifoni vengono spenti prima. In questi casi, per cause di forza maggiore, deve arrivare una richiesta al Comune per consentirci di intervenire tempestivamente”. In alcuni plessi scolastici, le lezioni sono state interrotte alle ore 13 ed è stato sospeso il servizio mensa. Alcune famiglie hanno ironizzato: sbalzo termico a mensa? Avossa risponde: “Non c’entra la ditta che prepara e consegna i pasti. La sospensione dell’erogazione dei pasti, durata due giorni ma adesso garantita regolarmente, è stata legata ad alcune difficoltà dei singoli plessi scolastici. Vi abbiamo posto rimedio. E’ accaduto, ad esempio, all’Arbostella e a via Calenda”.

Il vice sindaco conclude assegnando voti, anzi giudizi, “perché – dice – il voto non si usa più. La condizione generale delle scuole che gestisce il Comune di Salerno merita una valutazione positiva, dunque il mio giudizio è buono. Il peggio è alle spalle, ora tutto ok”.

Fonte: http://www.salernotoday.it/cronaca/eva-avossa-scuole-salerno-18-gennaio-2017.html

“Conoscere, Formare per Cambiare” al Palazzo di Città di Salerno

l 16 gennaio, presso Il Palazzo di Città di Salerno, si è svolto un evento organizzato dall’Associazione In Movimento…, al quale hanno preso parte tutti gli alunni che fanno parte del progetto Conoscere, Formare per Cambiare, iniziativa culturale, dedicata ai giovani studenti della V elementare dell’Istituto Comprensivo Rita Levi-Montalcini di Salerno, volta alla comprensione e all’accettazione di ogni tipo di differenza, contro qualsiasi atto o forma di violenza e discriminazione.

L’incontro, organizzato con l’ausilio dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Salerno e dell’Ogepo Unisa (Osservatorio interdipartimentale per gli Studi di Genere e le Pari Opportunità), si è svolto dalle 9:30 presso il Salone dei Marmi, la grande Sala Congressi.

I piccoli alunni, veri protagonisti del progetto, hanno presentato alle loro famiglie il lavoro svolto in questi mesi e le numerose iniziative che li stanno appassionando sempre di più, giorno dopo giorno. In particolare un libro, prodotto finale di quel progetto.

La professoressa Maria Rosaria Pelizzari, in rappresentanza dell’OGEPO-Unisa e docente di Storia Contemporanea, ha cordialmente risposto alle nostre domande , esponendoci il fine ultimo di queste attività, tanto sostenute17 dal Rettore dell’Università Degli Studi di Salerno. Read More

Roberto De Luca ed Eva Avossa donano dolciumi ai bambini dell’Ospedale di Salerno

Roberto De Luca ed Eva Avossa donano dolciumi ai bambini dell’Ospedale di Salerno

Stamane presso l’Ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno ha fatto visita ai bambini del reparto di Pediatria la Befana. I dolci e le calze caratteristiche di questa giornata sono state donate dall’assessore al bilancio Roberto De Luca e dal vice Sindaco Eva Avossa, i quali erano affiancati dall’Avenger Iron Man, Cenerentola e Spiderman.

Fonte: http://www.asalerno.it/roberto-de-luca-ed-eva-avossa-donano-dolciumi-ai-bambini-dellospedale-salerno-le-foto/

Lavori alla scuola “Piantanova”: docenti e alunni trasferiti a Palazzo D’Avossa

Il Comune di Salerno ha disposto il trasferimento della Scuola d’Infanzia Piantanova presso Palazzo d’Avossa, situato in via Botteghelle, a poche centinaia di metri di distanza. Le attività riprenderanno regolarmente nella nuova sede il prossimo mercoledì 11 gennaio, dopo il trasferimento delle suppellettili ed alcuni piccoli interventi di manutenzione. Il provvedimento si è reso necessario dopo una serie di accertamenti strutturali e funzionali nell’edificio di Piantanova giudicato non più idoneo alle funzioni didattiche.“

“Il tempestivo intervento dell’amministrazione comunale – afferma l’assessore alla scuola Eva Avossa – e l’ immediata disponibilità della Provincia di Salerno (proprietaria dell’immobile) con il consigliere delegato Gerardo Malpede ed il supporto del sindaco Vincenzo Napoli e del p residente Giuseppe Canfora hanno permesso di risolvere in brevissimo tempo e senza particolari disagi per il personale, gli utenti e le famiglie della scuola d’infanzia il problema. Si apprezza il clima di collaborazione istituzionale nel supremo interesse della formazione da svolgersi in strutture idonee, sicure ed accoglienti. Finiti alcuni ulteriori interventi di adeguamento – annuncia Avossa – ripartirà nella seconda decade del mese anche il servizio mensa”.

Fonte: http://www.salernotoday.it/cronaca/lavori-scuola-piantanova-trasferimento-palazzo-d-avossa-5-gennaio-2017.html