Bullismo su 12enne, Eva Avossa: “Scioccata dalle parole dei ragazzi”

Bullismo su 12enne, Eva Avossa: “Scioccata dalle parole dei ragazzi”

Si è sempre battuta per difendere e contrastare atti di bullismo all’interno delle scuole. E’ sempre stata presente ai convegni e iniziative per sensibilizzare giovani e adulti, come donna, vice sindaco e assessore all’Istruzione. Sul caso della ragazzina di 12 anni aggredita in compagnia della madre sul Lungomare di Salerno, non si è voluta pronunciare nel merito della situazione, perchè “sta già lavorando l’autorità competente”. Ha voluto però ricordare quanto sia importante insegnare prima di tutto gli adulti ad affrontare episodi simili.

“Certe volte l’intervento dei genitori non migliora la situazione come sperato, anzi può solo peggiorarla”. Questa la sua opinione dopo tanti anni di esperienza anche sul campo. Eva Avossa ha voluto sottolineare l’importanza di questo fenomeno e di come le tecnologie di oggi, social network annessi, creino un’idea diversa di questi atti.

“Penso che il bullismo e aggressioni simili ci siano sempre state. Solo che prima, senza i social network, erano violenze che rimanevano tra le mura di casa e i banchi di scuola – ha dichiarato Avossa – oggi con un click possiamo arrivare a chiunque. Credo fortemente nei poteri di internet per sensibilizzare e dare possibilità di conoscere al meglio questo fenomeno anche all’esterno. Come sempre è importante formare e informare gli adulti, i genitori, e poi i giovani”.

Sull’episodio di violenza sul Lungomare di Salerno: “Sono episodi che lasciano amarezza, vedere giovani minorenni farsi del male per futili motivi è molto antipatico. Quello che mi ha preoccupato maggiormente è stato la reazioni di chi si è vantato di essere diventato famoso tramite i giornali, senza capire che quello che veniva scritto non era per niente un complimento”.

Fonte: http://www.asalerno.it/bullismo-12enne-eva-avossa-scioccata-dalle-parole-dei-ragazzi/

130 talenti per il primo Great Night Salerno

130 talenti per il primo Great Night Salerno

Grande successo di pubblico e di talenti domenica sera 19 marzo al Grand Hotel Salerno per lo svolgimento della prima edizione di Great Night Salerno – il talent show dell’Interact Club Salerno. Più di 350 persone hanno assistito alle performance di 23 giovanissimi talenti salernitani per un totale di più di 130 ragazzi e ragazze tra solisti e gruppi e la partecipazione di 11 scuole come l’Istituto Comprensivo Vicinanza-Pirro, la Scuola Secondaria 1° grado “Nicola Monterisi” a indirizzo musicale, la Scuola di Musica di Antonella Zito, il Liceo Statale “Francesco De Sanctis”, il Liceo Statale “Alfano I”, il Liceo Classico “Torquato Tasso”, la Scuola Secondaria Statale 1° grado “Torquato Tasso”, l’Istituto Comprensivo “Giovanni Paolo II” a indirizzo musicale, l’Istituto Comprensivo Calcedonia, il Liceo Scientifico “F. Severi” e la Scuola S. Teresa del Bambin Gesù. Musica classica, pop, rock e jazz, danza, recitazione, musical si sono alternati sul palco a un altissimo livello per tutta la serata. “E’ stato uno spettacolo pieno di energia – conferma Alessandro Sprocati, Presidente dell’Interact Club Salerno che ha condotto, insieme a Elena Viviani e Giovanni Battista Laudisio soci Interact – pensato da noi giovani dell’Interact per i giovani talenti salernitani al fine di aiutare giovani svantaggiati della nostra città”. La gara ha avuto momenti emozionanti e coinvolgenti e la giuria, supervisionata dal Notaio Raffaele Laudisio e composta da Maria Rosa Veglia-esperta di globalità dei linguaggi e fondatrice dell’Associazione onlus Laes L’Arte è Salute di Salerno, Giuseppe La Sala-docente di chitarra classica e jazz e compositore, Francesca Salemme-giornalista di Lira TV, Gemma Sada-Direttrice di “Invito alla Danza” e Ludovica Ferraro, attrice e rappresentante del Rotaract Club Salerno come esponente giovane della giuria, ha decretato i seguenti vincitori: per la categoria Singolo, al 1° posto Stefano Salvo di 13 anni di Salerno, che ha eseguito al pianoforte il brano “Fantasia – improvviso” Opera n. 66 Chopin, al 2° posto Antonio Scannapieco di 17 anni di Campagna, trombettista, accompagnato dalla band Five for Fun, che ha eseguito “Strasbourg Saint Denis” di Roy Hargrove, al 3° posto a pari merito 1 ragazzo e 2 ragazze: Michele Giorgio Gaggia di 11 anni di Salerno che ha recitato “‘A livella” di Totò, Alessandra Melillo di 16 anni di Salerno che ha cantato “Sola” di Nina Zilli e Nunzia Prisco di 16 anni Salerno del Liceo Alfano I che ha eseguito un balletto su Olafur Arnalds e Alice Sara Ott, “Nocturne in C Sharp Minor – The Chopin Project”. Per la categoria Gruppi al 1° posto la De Sanctis Jazz Band del Liceo Statale “Francesco De Sanctis” composto da ragazzi dai 14 ai 17 anni, con il brano “Things Ain’t What They Used To Be” di Duke Ellington, al 2° posto The Bootle’s composto da 3 ragazzi di 15-16 anni di Angri con i due brani dei Beatle’s “Twist and shout” e “I saw her standing there” e al 3° posto Tasso in Danza composto da 10 ragazze di 14-18 anni del Liceo Classico “Torquato Tasso”, che hanno eseguito una coreografia di danza contemporanea sulle note di “Take me to church” di Hozier. Tasso in Danza ha vinto anche il premio del pubblico come migliore performance. “E’ una stata una serata magnifica realizzata da giovani per i giovani” ha commentato Eva Avossa, Vice-Sindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Salerno. Annalisa Rispoli, Resp. Progetto Stare Bene Insieme dell’ASL Salerno, ha rilevato “la bella energia positiva che questi ragazzi hanno sprigionato lungo tutta la serata e che noi, come genitori, dobbiamo essere attenti per alimentarla e coglierla”. Read More

I CORTEI STORICI SI RACCONTANO TRA STORIA TRADIZIONE E TURISMO AL CONVEGNO ORGANIZZATO ALLA PROVINCIA DALLA FIDAPA DI SALERNO

I CORTEI STORICI SI RACCONTANO TRA STORIA TRADIZIONE E TURISMO AL CONVEGNO ORGANIZZATO ALLA PROVINCIA DALLA FIDAPA DI SALERNO

“Il revocare è parte integrante di ogni essere umano e fonte di crescita culturale, antropologica e sociale. Il Passato ricomincia con il Presente e progetta il Futuro. Assistere ad un corteo storico è un’esperienza affascinante e coinvolgente: è una lezione di Storia in movimento”. Lo ha affermato, con emozione, la professoressa Giovannamaria Maglio, Coordinatrice del Gruppo di Lavoro Arte Cultura e Turismo del Distretto Sud Ovest della Fidapa che venerdì sera, nella Sala Bottiglieri del Palazzo della Provincia di Salerno, ha organizzato un interessante Convegno Distrettuale:” I Cortei Storici si raccontano tra Storia, Tradizione e Turismo in Campania” al quale hanno partecipato numerosi figuranti di vari gruppi folklorici che hanno sfilato per la sala indossando meravigliosi costumi medievali. Il Distretto Sud Ovest della Fidapa abbraccia i territori di Calabria e Campania e il convegno distrettuale è stato organizzato a Salerno grazie all’ospitalità della Presidente della Sezione Fidapa di Salerno, la dottoressa Dina Crimaldi Oliva, che dopo i saluti di rito ha ricordato i personaggi storici salernitani e l’importante e prestigioso ruolo della Scuola Medica Salernitana in ambito europeo. La Presidente Oliva ha anche evidenziato la mancanza a Salerno di un Corteo Storico:” Molti borghi della nostra regione si animano di cortei storici e sfilate in costume. Essi hanno lo scopo di rendere la storia “fruibile” al grande pubblico. Penso che anche Salerno meriti il suo corteo storico”. La professoressa Maglio ha spiegato com’è nata l’idea di organizzare il convegno: ” Grazie anche alla fidapina salernitana Rita Vitale Simbolo, nostro mentore, e dalla volontà di favorire, soprattutto nei giovani, il senso di appartenenza al territorio, di rivalutare le tradizioni popolari dei piccoli comuni coniugandole a un rafforzamento dell’economia locale attraverso un incremento del flusso turistico sul territorio”. A fare gli onori di casa è stato il Consigliere Provinciale Luca Cerretani, che ha sottolineato l’importanza di valorizzare le tradizioni:” La voglia e la passione di ricordare la tradizione dà il senso della propria identità culturale e valorizza il territorio. Non dobbiamo perdere la memoria che ci deve proiettare verso il futuro, soprattutto con la forza dei giovani”. La dottoressa Eva Avossa, Vice Sindaco del Comune di Salerno, ha ricordato la sua grande passione per le manifestazioni folkloriche: ”Oggi c’è una grande attenzione per il turismo culturale e le rievocazioni storiche . E’ importante anche dal punto di vista turistico e quindi economico. Per più di trent’anni, sono stata presidente e coreografa dell’associazione “I Castellani” che organizza numerose manifestazioni folkloriche”. Il professor Vincenzo Esposito, docente di Antropologia Culturale presso l’Università di Salerno, ha spiegato che la tradizione non deve essere soltanto un ricordo del passato:” Attraverso la tradizione, la memoria e il ricordo si può costruire la propria identità. Solo se la tradizione è viva, ricontestualizzata, attualizzata, ha un senso”.

Read More

Meningite a scuola, il sindaco alla Calcedonia: il bimbo migliora

SALERNO. Il bambino di sette anni ricoverato ieri nell’ospedale Ruggi di Salerno per una sospetta meningite, sta meglio. Il sindaco, Vincenzo Napoli, questa mattina si è recato in ospedale per conoscere le condizioni di salute del piccolo. «Ho incontrato – ha spiegato Napoli- il primario infettivologo, il dottor Nicola Boffa il quale ha detto che le sue condizioni non destano alcuna preoccupazione, è vigile, non ha la febbre e si alimenta da solo». In mattinata, il primo cittadino, è andato anche alla scuola Calcedonia, insieme all’assessore Eva Avossa per incontrare Mirella Amato, dirigente scolastica del plesso frequentato proprio dal bambino. Con il primo cittadino anche Maria Grazia Panico, direttrice Servizio Epidemiologia Asl Salerno la quale ha assicurato che «nelle farmacie è disponibile l’antibiotico necessario per la profilassi».

La dirigente scolastica ha, invece, informato le famiglie che i locali scolastici sono stati puliti e aerati, lasciando tutta la notte le finestre aperte e i termosifoni spenti. All’incontro con docenti e genitori, era presente anche Teodorico Franzese, medico della Asl Salerno, il quale già ieri ha contattato tutti i genitori dei 17 compagni di classe del bimbo che inizieranno immediatamente la profilassi. La stessa è stata estesa a tutti i bambini entrati in contatto stretto con l’alunno, ovvero tutti quelli della mensa (per un totale di 160 bambini). La dottoressa Panico ha spiegato che «non si deve fare la profilassi per i bambini non presenti in questo elenco, in quanto si contribuirebbe a creare una farmacoresistenza».

Il sindaco ha sottolineato ai tanti genitori presenti che «la scuola si poteva chiudere solo se vi fosse stata una precisa richiesta della Asl. Io – ha rimarcato Napoli – la posso anche chiudere immediatamente ma non dobbiamo creare inutili allarmismi. La dirigente Asl ci ha detto che è preferibile che il plesso rimanga aperto proprio per monitorare la salute dei piccoli, avendo già appurato che l’apertura stessa non è un pericolo per la salute dei bambini e degli stessi docenti. Capisco – ha aggiunto il sindaco – la preoccupazione delle famiglie ma credo che sia una situazione tranquilla che non deve destare allarme. È scattato immediatamente un piano di profilassi prudenziale che ha intercettato i bambini della stessa classe e quelli entrati in contatto nella mensa. La situazione è circoscritta e sotto controllo. Si tratta di protocolli consolidati e quindi noi siamo sereni. C’è stata una risposta pronta e concreta da parte delle istituzioni».

Fonte:http://www.lacittadisalerno.it/cronaca/meningite-a-scuola-il-sindaco-alla-calcedonia-il-bimbo-migliora-1.42006?utm_medium=migrazione

L’Associazione “Autismo, chi si ferma è perduto” presenta: “Autismo, La classe va a canestro

L’Associazione “Autismo, chi si ferma è perduto” presenta: “Autismo, La classe va a canestro

Salerno– Si è svolta oggi, presso la Sala del Gonfalone del Palazzo di Città, la presentazione del progetto “ Autismo la classe va a canestro”, promosso dall’Associazione “Autismo, chi si ferma è perduto”, in collaborazione con gli Assessorati alla Pubblica Istruzione e Politiche Sociali del Comune di Salerno.

Il progetto vede la partecipazione di classi di bambini autistici delle scuole salernitane. L’obiettivo che l’Associazione si prefissa è l’integrazione del bambino autistico nella società. “Autismo la classe va a canestro “ mira, attraverso il gioco del minibasket, ad intervenire sul comportamento dell’alunno in relazione alla collettività.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto “Autismo una sfida da vincere” e completa un primo ciclo di interventi: seminari, corsi di formazione, supervisioni a scuola e costante attività di dialogo con i diversi enti pubblici. Inoltre, i genitori in sinergia con gli Assessori della Pubblica Istruzione e delle Politiche sociali e la collaborazione dei Dirigenti Scolastici e del loro Corpo Docente propongono un modello funzionale attraverso il quale si potrà creare una rete educativa che agisca nei diversi ambiti educativi.

L’Assessore alla Pubblica Istruzione, Eva Avossa ha sottolineato l’importanza delle istituzioni nella vita delle persone autistiche, sostenendo quanto la cooperazione scuola-famiglia possano migliorare le condizioni di vita dell’individuo: “ Bisogna rafforzare il sistema creando una rete che possa connettere scuola, genitori, associazioni e Stato. Attraverso lo sport, i bambini potranno relazionarsi tra di loro e apprendere l’importanza del rispetto delle regole” Read More

SALERNO: E’ TEMPO DI ‘CHOCOLATE DAYS’, INGRESSO LIBERO: TUTTI I DETTAGLI!

“L’arte dei migliori maestri cioccolatieri d’Italia torna ad essere protagonista nella città di Salerno con l’appuntamento più dolce e goloso dell’anno. Dopo il successo delle precedenti edizioni è tutto pronto per la terza edizione di Chocolate Days, la festa del cioccolato artigianale organizzata dalla CLAAI (Confederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane), in collaborazione con Tanagro Legno Idea, e patrocinata dal Comune di Salerno e dalla Camera di Commercio di Salerno, che si svolgerà sul Lungomare Trieste da giovedì 16 a domenica 19 marzo (con stand aperti dalle 10 alle 24).

Una quattro giorni all’insegna del gusto dedicata agli appassionati del cioccolato- spiega la nota – di tutte le età, che potranno partecipare alle tante iniziative in programma, una passerella di bontà che raccoglie le migliori espressioni del cioccolato artigianale Made in Italy, per riconoscere la qualità del cacao e per comprare consapevolmente il “vero” cioccolato.

Ma Chocolate Days non è solo un itinerario del cioccolato che attraversa l’asse dolciario d’Italia, che coinvolge i maestri cioccolatieri provenienti da tutta la penisola, è anche un modo originale per promuovere la cultura del buon cioccolato di altissima qualità. Sono tanti, infatti, gli eventi culturali previsti dal ricco programma della festa a partire dalla “Ciokofabbrica, la fabbrica del Cioccolato, con il cioccolatiere Fausto Ercolani, l’unica fabbrica itinerante del cioccolato in Europa che produrrà “in diretta” un gustoso cioccolato. Una tappa imperdibile per grandi e piccini per assistere all’intera filiera produttiva del cioccolato, dalla fava alla creazione del cioccolato, una serie di laboratori per i piccoli (sabato e domenica dalle ore 15.30 alle 16.30), un percorso nutrizionale del cioccolato per studenti (giovedì, venerdì e sabato mattina) ed adulti (ogni giorno) e la preparazione di torte al cioccolato anche per vegani e celiaci; ma anche “Cioccoterapia viso” a cura di Molinari Welness & Beauty e l’esibizione degli artisti di strada “Band’ A Boom” (Cool brass Funky Music).

“Saranno delle belle giornate all’insegna dell’allegria e del gusto – ha dichiarato il Sindaco Napoli – I prodotti sono di assoluta eccellenza e le iniziative organizzate di grande interesse. Anche eventi come quelli dedicati alle eccellenze enogastromiche arricchiscono la vita cittadina: il cibo è cultura”.

“Torna a Salerno una manifestazione molto attesa – ha spiegato l’assessore al Commercio Dario Loffredo – che richiamerà molte famiglie e che delizierà grandi e piccini. L’edizione di quest’anno è ancora più ricca di eventi, non solo per i golosi del cioccolato, ma anche per chi vuole conoscere l’intera filiera per la sua realizzazione. Il nostro bellissimo lungomare accoglierà, in una atmosfera di festa, questo- spiega la nota – appuntamento, tra i più dolci e piacevoli dell’anno”.

“Lasciamoci tentare – ha aggiunto l’assessore all’Istruzione Eva Avossa – da questo prodotto che si associa sempre ai momenti belli della vita di ognuno di noi. Grazie al collega Dario Loffredo, partecipo a questo progetto coinvolgendo le scuole primarie che potranno conoscere da vicino il processo di realizzazione del cioccolato. Sono certa che per gli studenti sarà una esperienza formativa e molto piacevole”. Read More

Il treno verde fa tappa a Salerno: migliaia di visite

Il treno verde fa tappa a Salerno: migliaia di visite

Proviene da Bari e resterà in città fino a sabato 11 marzo, diretto a Pescara. E’ un convoglio ambientalista popolato da stand e volontari per far divulgare i temi dell’economia circolare

“Il vanto è la quarta carrozza, fatta con carta riciclata, tutta raccolta in Campania”. Manuela Cardarelli, portavoce di Treno Verde, ci accompagna nella visita del convoglio ambientalista che fa ciuf-ciuf per l’Italia intera. La stazione di Salerno è una delle undici tappe: il treno, che proviene da Bari, si fermerà in città fino a sabato 11 marzo e poi proseguirà il viaggio ecologico, diretto a Pescara. “L’obiettivo – spiega la portavoce – è divulgare la conoscenza dell’economia circolare, cioè vogliamo spiegare attraverso focus e stand come sia possibile passare dal rifiuto alla creazione di nuovi prodotti”. Cinquanta mq di treno sono tappezzati all’apparenza con moquette. Non lo è affatto. Si tratta, invece, di materiale interamente riciclabile, ricavato dagli pneumatici delle autovetture. “Un’azienda che osptiamo all’interno del treno verde li ha usati per ricavarne asfalto, erba sintetica di quelle utilizzate per il fondo di gara dei campetti di calcio a 5, infine pavimenti per il calpestio dei cavalli allergici al fieno”.

Il treno verde è, dunque, una mostra su rotaie, un contenitore di idee. Raccoglie anche alluminio, plastica, oli esausti, filtri del caffè. Una nota azienda, ad esempio, ha trasformato il residuo del caffè depositato nel filtro ricavandone funghi. La bandiera gialla di Legambiente e i cappellini colorati degli alunni delle scuole hanno fatto da sfondo al taglio del nastro affidato al vice sindaco Eva Avossa, accompagnata dagli assessori comunali all’ambiente, Angelo Caramanno, e al bilancio, De Luca. Sarà possibile visitare il treno verde fino a sabato 11 marzo. Dalle ore 8.30 alle 14, la visita è riservata alle scolaresche. Dalle ore 16 alle 19, potrà farlo, invece, la cittadinanza.

Read More

Salerno diventa la capitale del mare: si terrà in città il XX raduno nazionale

Salerno diventa la capitale del mare: si terrà in città il XX raduno nazionale

Nel 2015 la manifestazione si è tenuta a Ravenna. Per l’edizione 2019, due le città che si erano proposte per il Sud: Taranto e Salerno. Nell’ultimo consiglio direttivo nazionale, su votazione, ha vinto Salerno

Salerno diventa la capitale del mare: l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia ha scelto la nostra città quale sede per il XX raduno nazionale che si terrà a settembre 2019. In Campania solo una volta l’ANMI ha organizzato il raduno, nel lontano 1955 a Napoli. Questa mattina, a Palazzo di Città, il sindaco Vincenzo Napoli ha incontrato il presidente nazionale, l’Ammiraglio di Squadra Paolo Pagnottella, accompagnato dal segretario generale, il contrammiraglio Alessandro Di Capua e dal responsabile del cerimoniale, contrammiraglio Massimo Messina. All’incontro hanno partecipato anche l’assessore alla Pubblica Istruzione Eva Avossa, il presidente del gruppo ANMI Salerno, Matteo Prota e Giuseppe Palatucci consigliere dello stesso gruppo.

Il raduno avviene ogni quattro anni, prediligendo una volta una città del Nord, poi una del Sud e infine una del Centro Italia. Nel 2015 la manifestazione si è tenuta a Ravenna. Per l’edizione 2019, due le città che si erano proposte per il Sud: Taranto e Salerno. Nell’ultimo consiglio direttivo nazionale, su votazione, Salerno è risultata la vincitrice. Attese almeno quindicimila persone che parteciperanno all’evento.

Fonte: http://www.salernotoday.it/cronaca/raduno-nazionale-anmi-marina-salerno-2019.html