Scuole e rischio sismico, parla il vice sindaco Avossa: “Allarme ingiustificato”

L’assessore alla pubblica istruzione ha ribadito la necessità di effettuare alcuni interventi di adeguamento sismico ma la relazione dei tecnici non evidenzia rischi imminenti. Otto istituti beneficeranno di fondi Pon FESR per interventi di ristrutturazione“

“C’è una quota di adeguamento sismico, cosa ben diversa dal rischio, che riguarda tutte le scuole italiane e Salerno non fa eccezione. Si tratta, però, di una percentuale molto risicata e non tale da generare inituli allarmismi”. A giudizio del vice sindaco Eva Avossa, assessore alla pubblica istruzione, “sono state travisate le parole del dirigente del servizio Manutenzione patrimonio edilizio Luigi Mastrandrea, ascoltato in commissione Trasparenza”. Il Comune di Salerno, attraverso il vice sindaco, sostiene che “la normativa è nuova ed è evidente che gli edifici, costruiti in epoca antecedente alla normativa, non potevano essere progettati tutti conformemente alle nuove, sopraggiunte disposizioni”.

La mappa

Resta in piedi la domanda: gli istituti scolastici di Salerno sono sicuri oppure necessitano di urgenti lavori di messa in sicurezza? “Il Comune di Salerno ha già effettuato in tempi non sospetti una verifica, condotta insieme alle Università di Salerno e di Napoli – risponde il vice sindaco Avossa – Non sono emerse criticità. Nello stesso tempo, abbiamo provveduto ad alcuni interventi correttivi, in particolare alla scuola Medaglie d’Oro. Ce ne saranno altri di adeguamento sismico e di ristrutturazione in 8 istituti cittadini, tra i quali Monterisi, Abbagnano e Barra, utilizzando fondi strutturali in seguito ai bandi Pon FESR”.

fonte: http://www.salernotoday.it/cronaca/scuole-rischio-sismico-eva-avossa-reazione-19-gennaio-2018.html