La protezione civile entra nelle scuole di Salerno

La protezione civile entra nelle scuole di Salerno

Si è concluso ieri, nel salone dei marmi di Palazzo di Città il progetto “La famiglia in protezione civile”. L’iniziativa è stata patrocinata dal Comune e il momento conclusivo ha coinvolto circa 250 persone tra studenti e professori. Al convegno di ieri hanno preso parte il sindaco Vincenzo Napoli, l’assessore all’istruzione Eva AvossaMatteo Musumecipresidente dell’associazione di volontariato “Vigili di Protezione Civile regione Campania”, i professori referenti del progetto negli istituti scolastici coinvolti Umberto Novelli, Ermanno Lambiase, Berenice Pallotta, Arianna Paparella, Vincenzo Caroniti, Teresa Orrico, Annalisa De Donato.
«Sono pochissimi – afferma Musumeci – i Comuni che approvano questi progetti, ma è fondamentale che la popolazione conosca le informazioni sulla prevenzione, ad esempio, degli incendi». Musumeci ha poi evidenziato l’importanza di un Piano comunale strategico, un documento in cui sono riportate le caratteristiche del territorio, le esperienze passate, i rischi presenti e le azioni da attuare in caso di emergenza. «Il piano è indispensabile – spiega – è il principale strumento che utilizza il sindaco per coordinare tutte le attività che devono essere adottate per far fronte a un evento calamitoso. E le informazioni ai cittadini sono importanti, perché tutti siamo parte attiva». Tra le attività previste dal piano, oltre all’organizzazione dei soccorsi, figurano iniziative di pianificazione, garanzia dei servizi essenziali, interventi per la sanità, l’assistenza sociale e veterinaria, e ancora censimento dei danni a persone e cose e assistenza alla popolazione.

fonte: lacittadisalerno