Campania Differenzia: presentati i risultati del progetto sul ciclo integrato dei rifiuti urbani

Campania Differenzia: presentati i risultati del progetto sul ciclo integrato dei rifiuti urbani

È partito oggi martedì 13 dicembre da Salerno la serie di seminari tecnici di presentazione dei risultati del progetto “Campania Differenzia” e delle modalità per contribuire a migliorare l’efficienza e l’efficacia del ciclo integrato dei rifiuti urbani dei comuni della Regione Campania.

L’obiettivo di questi incontri è quello di fornire una panoramica degli strumenti che il progetto ha realizzato con il preciso scopo di supportare i Comuni negli adempimenti e le opportunità della gestione associata anche alla luce della recente legge regionale, con approfondimenti mirati a favoriscono la riduzione alla fonte e il riutilizzo nell’ambito dell’attuazione della legge “Gadda”. Verranno poi presentate le azioni per ridurre la quantità di rifiuti destinati a smaltimento e per massimizzarne il recupero/riciclo. I dati sulle frazioni merceologiche. La strategia regionale. Completeranno l’evento l’esperienza dei Laboratori con un panel di Comuni campani.

“Il buon risultato dell’incontro di oggi è rappresentato dall’entusiasmo dei bambini che hanno ascoltato, raccontato e dimostrato grande interesse al tema dello spreco alimentare. I bambini hanno sperimentato e riflettuto sullo spreco di cibo nelle loro case, a scuola, andando nei negozi dimostrando che la lotta allo spreco ha una consapevolezza accresciuta. L’auspicio è che esperienze come quella di oggi possano essere ripetute anche in altri istituti”. Così il vicesindaco e assessore all’Istruzione del Comune di Salerno, Eva Avossa, commenta i dati sulle attività di prevenzione e sensibilizzazione contro lo spreco alimentare presentati in una conferenza stampa, organizzata nell’ambito del primo incontro regionale del progetto Campania differenzia.

Realizzato sotto forma di laboratorio didattico, con la collaborazione di Last Minute Market (srl e spinoff dell’Università di Bologna) e l’istituto comprensivo Gennaro Barra/Lanzalone, il progetto di lotta allo spreco a Salerno si è realizzato “tramite un focus specifico sull’argomento dell’educazione alimentare – riferisce l’assessore – e ha visto la partecipazione di esperti e addetti al settore che hanno illustrato anche le opportunità che ci vengono offerte dalla nuova legge sullo spreco alimentare”. Una legge che secondo l’assessora salernitana “aiuterà a sburocratizzare le azioni di recupero delle eccedenze alimentari da destinare alle fasce più deboli”. “Ringrazio l’Anci e tutti i partecipanti per l’opportunità – ha concluso l’assessore Avossa –. Quella di oggi è la dimostrazione che azioni concrete sono possibili”.

Fonte: http://www.ecodallecitta.it/notizie/386702/campania-differenzia-presentati-i-risultati-del-progetto-sul-ciclo-integrato-dei-rifiuti-urbani