Una preghiera per il piccolo morto in mare a due anni

Una preghiera per il piccolo morto in mare a due anni

Un momento di preghiera per il piccolo Austin. Il prefetto di Salerno Salvatore Malfi, questa mattina al cimitero per la messa in ricordo dei defunti, ha voluto rivolgere un pensiero anche al bambino di due anni sepolto in città, morto in mare e arrivato durante uno sbarco di migranti nel maggio scorso.

La salma era a bordo della nave Siem Pilot, con altri 990 profughi. Accompagnato dal vice sindaco Eva Avossa Malfi si è recato sulla lapide del bambino, il piccolo nigeriano Austin Ogbonmwan, tumulato presso il Campo Fiordaliso, poco distante dal monumento che ricorda i Caduti di guerra.

“Vogliamo far sentire la vicinanza di tutta la comunità – ha detto Malfi -. Rivolgo un pensiero anche a Rosario Caliulo, dirigente dei servizi sociali del comune di Salerno, scomparso recentemente, che si è occupato del caso.

Con straordinaria competenza faceva tutto. In quella drammatica occasione mi accompagnò sulla nave e aiutò a vestire quel bambino. Diede un tratto di umanità e competenza, rappresentando come deve essere un’amministrazione comunale.

La città deve essere vicina alla gente e Caliulo era uno straordinario rappresentante. Ovviamente quel bimbo è segno di una tragedia, ma voglio anche ricordare tutte le persone che Salerno in questi anni ha consentito di salvare”, ha concluso Malfi.

fonte: https://www.ottopagine.it/sa/attualita/140562/una-preghiera-per-il-piccolo-morto-in-mare-a-due-anni.shtml

Ricordati i tifosi granata defunti presso il cimitero di Brignano

Come ogni anno non è mancato il ricordo verso quei tifosi che in vita hanno seguito con amore e passione la Salernitana nel giorno della commemorazione dei defunti. Presso il cimite di Brignano questa mattina il membri del Salerno Club 2010 ed una delegazione della Salernitana composta da Mattia Sprocati, Alessandro Bernardini, Gabriele Perico e Raffaele Schiavi e Sasà Avallone, hanno riposto dei fiori dinanzi al monumento eretto in memoria dei quattro giovani tifosi granata morti nel rogo del 1999 e di tutti i seguaci dell’ippocampo scomparsi. Rappresentata anche l’amministrazione comunale da Eva Avossa.

fonte: http://www.tuttosalernitana.com/news/foto-e-video-ricordati-i-tifosi-granata-defunti-presso-il-cimitero-di-brignano-31372

Anniversario del bombardamento di Frascati. Eva Avossa ha partecipato alla commemorazione in rappresentanza dell’Amministrazione comunale salernitana

In occasione del 74°Anniversario del bombardamento di Frascati dell’8 Settembre 1943 si è celebrato a Frascati “Il giorno della memoria”.

Lo scorso venerdì, il vicesindaco Eva Avossa ha partecipato alla commemorazione in rappresentanza dell’amministrazione comunale salernitana. Dopo la Santa Messa, celebrata dal Vescovo di Frascati Raffaello Martinelli, la giornata è proseguita con la rievocazione dell’allarme antiaereo sul sagrato della Chiesa. Nel pomeriggio si è tenuto il corteo al monumento alle Vittime Civili che ha anticipato la cerimonia conclusiva.

fonte: http://www.battipaglia1929.it/2015-09-16-13-40-18/news-dalla-provincia/item/5236-anniversario-del-bombardamento-di-frascati-eva-avossa-ha-partecipato-alla-commemorazione-in-rappresentanza-dell-amministrazione-comunale-salernitana.html

Frascati ricorda quell’8 settembre di 74 anni fa

FRASCATI (attualità) – In corso da questa mattina il fitto calendario di appuntamenti: in piazza San Pietro alle 12 letti i nomi dei 62 bambini morti sotto le bombe anglo-americane

ilmamilio.it – contenuto esclusivo

Una giornata di celebrazioni nel ricordo di quell’8 settembre 1943 che per Frascati è sempre una memoria di morte e di sofferenza collettiva.

La città tuscolana si ferma ancora una volta per ricordare le sue vittime e la distruzione delle bombe anglo-americane che la rasero al suolo provocando centinaia di vittime.

Questa mattina la solenne celebrazioni eucaristica nella Cattedrale di San Pietro quindi, alle 12, il consueto agghiacciante suono della sirena che ha ricordato quelle antiaeree. Una momento di ricordo che Frascati non può e non vuole tradire, non vuole e non può dimenticare. Quindi il lungo silenzio.

In cielo sono stati lanciati dei palloncini bianchi e sono stati letti tutti i nomi dei 62 bambini morti sotto le bombe. Un momento particolarmente toccante.

Come sempre in questi ultimi anni ospite un’altra città martire: quest’anno è la volta di Salerno, presente con la sindaca Eva Avossa. A rappresentare Frascati in prima fila il sindaco Roberto Mastrosanti e con lui gran parte del Consiglio comunale, gli assessori, autorità civili, militari e religiose.

Fonte: https://www.ilmamilio.it/c/comuni/1756-frascati-ricorda-quell-8-settembre-di-74-anni-fa-video-sirena-foto.html