La prevenzione si impara in classe, si chiude il tour tra gli studenti

La prevenzione si impara in classe, si chiude il tour tra gli studenti

Grande successo per l’ultima tappa della I edizione di “Salute e Prevenzione a scuola”, che si è tenuta all’Istituto Santa Caterina Da Siena Amendola di Salerno. L’iniziativa, nata con l’obiettivo di informare e sensibilizzare gli alunni delle scuole superiori della città sulle tematiche di maggior interesse legate alla salute e al benessere, ha toccato da gennaio a maggio 5 scuole (Istituto Trani, Liceo Da Procida, Liceo Alfano I, Istituto Genovesi Da Vinci e Istituto Santa Caterina Da Siena Amendola) e coinvolto oltre 2 mila studenti.

L’incontro del Santa Caterina Da Siena Amendola si è aperto con i saluti introduttivi della professoressa Rosanna Sabini, dell’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Salerno, Eva Avossa, del Presidente del Consiglio Comunale, Alessandro Ferrara, del titolare dei Centri Verrengia, Domenico Verrengia, e del CEO del Gruppo Stratego, nonché esperto di marketing sanitario, Antonio Vitolo. A seguire, gli interventi di specialisti ed esperti: Michele Gismondi, Presidente dei Medici Sportivi della Provincia di Salerno, Antonio Cretella, biologo nutrizionista, Gaetano Vuolo, osteopata.

Il “dream team” di “Salute e Prevenzione a scuola” ha fornito numerosi consigli e suggerimenti ai tanti studenti presenti in aula per combattere la sedentarietà e per un’alimentazione corretta ed equilibrata. “L’organismo umano è programmato per raggiungere anche i 120 anni. Bisogna prendersi cura del nostro corpo, cominciando dal combattere la sedentarietà – ha dichiarato il dottor Gismondi – Nella nostra regione l’obesità è un grave problema. Un consiglio per mantenersi in forma e in salute? Zero sigarette, cinque pasti e trenta minuti di attività fisica al giorno”.

“Siamo felici dei grandi riscontri ottenuti dalla prima edizione di “Salute e Prevenzione a scuola”, che ripagano gli sforzi profusi dalla nostra organizzazione. Con questa iniziativa, la nostra struttura ha confermato l’impegno al servizio della salute dei cittadini e l’investimento in prevenzione, a partire dagli studenti delle scuole” ha spiegato il professore Domenico Verrengia.

Nel corso dell’appuntamento, si è tenuta anche la consegna del premio speciale “Borsa Mediterranea della Formazione e del Lavoro”, nell’ambito del progetto “Salute e Prevenzione a Scuola” dei Centri Verrengia, all’Istituto Santa Caterina Da Siena Amendola. A consegnare la targa alla professoressa Sabini, referente della scuola, il professor Domenico Verrengia insieme al CEO di Gruppo Stratego Antonio Vitolo e al direttore commerciale dei Centri Verrengia, Carmine Giordano.

fonte:ilmattino

Mensa scolastica: Salerno è sempre più Bio…

Mensa scolastica: Salerno è sempre più Bio…

Prodotti biologici per una filiera di qualità nelle mense cittadine. Ma anche e soprattutto riciclaggio, materiale compostabile, un servizio di bassissimo impatto ambientale. Sono le caratteristiche del nuovo e innovativo servizio di mensa scolastica promossa dal comune di Salerno per i suoi oltre 2mila pasti quotidiani che servono oltre 50 plessi scolastici in tutto il comune capoluogo. Ne hanno parlato stamani in conferenza stampa a Palazzo di Città, il vice sindaco di Salerno nonché assessore alla Pubblica Istruzione, Eva Avossa; l’assessore all’ambiente, Angelo Caramanno, Raffaele Fiorillo di Salerno Pulita ed il responsabile commerciale della Cir Food, Marco Lobina. Proprio quest’ultimo ha anticipato l’impiego addirittura di furgoni elettrici per la consegna dei pasti quotidiani.

23: tvoggisalerno

Salerno: al Comune si presentano novità nel Servizio di ristorazione scolastica

Nel corso di una conferenza stampa in programma domani mattina, martedì 23 ottobre, alle ore 10.00, presso la Sala del Gonfalone del Palazzo di Città, saranno annunciate alcune importanti innovazioni riguardanti il Servizio di Ristorazione Scolastica per l’anno 2018/2019.

Parteciperanno alla conferenza: il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, il Vicesindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione Eva Avossa, l’Assessore all’Ambiente e allo Sport Angelo Caramanno, rappresentanti della Società “Salerno Pulita e della Società “Cir Food”.

fonte: salernonotizie

Autismo: a Salerno la seconda edizione della “Classe va a Canestro”

Autismo: a Salerno la seconda edizione della “Classe va a Canestro”

L’associazione “Autismo chi si ferma è perduto” in collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione, coinvolgendo 4 scuole salernitane, 6 plessi e 10 classi di bambini-ragazzi autistici espressione di circa 200 alunni, una piccola società civile, ha organizzato per giovedi 31 maggio al Palasilvestri di Matierno (Salerno), la II edizione della manifestazione-premiazione dei partecipanti a completamento del percorso svolto nelle singole scuole.

L’iniziativa, inserita in una pianificazione globale per l’autismo, di inclusione, di autonomie e laboratori, mira a condividere un percorso funzionale in ambito scolastico ed extrascolastico al fine di costruire un futuro per l’alunno autistico. Sedici anni scolastici in verticale, tre materne, cinque elementari, tre medie, cinque superiori, per l’autismo, avranno una valenza solo quando l’intervento attuativo sara globale e vedrà conivolti sinergicamente, asl scuola comune, famiglia e società civile.

Si ringraziano l’affetto e l’impegno:

La Dottoressa Concetta Carrozzo, Scuola Media Monterisi
La Dottoressa Anna Maria Grimaldi I.C Barra
La Dottoressa Annamaria D’angelo, VI Circolo Medaglie d’oro
Il Dottor Gianfranco Casaburi, I.P.S.E.O.A. R.Virtuoso Alberghiero
La Dottoressa Eva Avossa Assessore PI Comune di Salerno
Il Dottor Giulio Corrivetti Responsabile Asl Salerno dell’autismo
Il Dottor Vincenzo Giannone, Presidente Onorario Associazione “Autismo chi si ferma è perduto”.

IO CON TE , CONTO DI PIU’ !!!

fonte: salernonotizie

Scuole dell’infanzia e vaccini, l’assessore Avossa: “Stiamo procedendo da protocollo”

“In relazione alle scuole dell’infanzia del Comune di Salerno – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione, Eva Avossa – si sta procedendo come da protocollo. I genitori entro il 10 settembre devono presentare domande di autocertificazione, accompagnate da un valido documento di identità, nel quale si attesta che il bambino/a ha effettuato le vaccinazioni di rito. Le scuole dell’infanzia comunali sono quattro: scuola di Piantanova (via Botteghelle), scuola Pio XII (piazzetta Pio XII), scuola San Giovanni Bosco (via San Domenico Savio), scuola di Torrione Basso (via de Leo). In questi ultimi tre istituti sono presenti anche le sezioni Primavera con bimbi dai 24 ai 36 mesi. In nessun caso, finora, si sono registrati episodi di allarmismo o criticità da parte delle famiglie”.

Fonte: https://www.salernoinweb.it/News/Salerno/18301-Scuole-dell%27infanzia-e-vaccini%2C-l%27assessore-Avossa%3A-%22Stiamo-procedendo-da-protocollo%22

Vaccini obbligatori.Cisl Campania plaude al protocollo tra Regione e Ufficio Scolastico Regionale

“Si produce una grande semplificazione delle procedure, alleggerendo il peso di scuole e famiglie”

Dopo l’annuncio del protocollo d’intesa tra la Regione Campania e l’Ufficio Scolastico Regionale per implementare le vaccinazioni obbligatorie e semplificare le procedure per famiglie e dirigenti scolastici, giunge il plauso da parte della Cisl Campania.

Per Piero Ragazzini, commissario della Cisl, è “grande la soddisfazione per la tempestiva firma del Protocollo d’intesa tra la Regione Campania e l’Ufficio Scolastico Regionale, dopo che la nostra organizzazione aveva avanzato, nei giorni scorsi, espressa richiesta al Governatore Vincenzo De Luca. Con la soluzione adottata si produce una grande semplificazione delle procedure, alleggerendo il peso delle strutture amministrative dei singoli istituti scolastici e delle famiglie degli studenti della nostra Regione”.

Saranno le Asl, sulla base degli elenchi che perverranno dagli istituti scolastici, a certificare attraverso un bollino verde i nominativi degli studenti in regola con le vaccinazioni. Mentre per coloro che non lo sono, le stesse Aziende sanitarie provvederanno a contattare le famiglie. Ugualmente significativo è l’impegno assunto dal Governatore di monitorare costantemente la situazione relativa agli obblighi vaccinali, sentendo “la responsabilità di garantire la salute dei nostri bambini e scongiurare il ripresentarsi di malattie mortali che si credevano sconfitte”.

Gerardo Ceres, segretario generale della Cisl di Salerno, unendosi alla soddisfazione di Piero Ragazzini, ritiene doveroso fare menzione “dell’impegno prodotto dopo un incontro informale dal vicesindaco della città di Salerno, Eva Avossa, che, in quanto insegnante, ha compreso l’enorme difficoltà che la recente disposizione del ministero della Salute avrebbe potuto generare per le famiglie e gli istituti scolastici, sollecitando, al pari della nostra organizzazione, lo stesso Governatore e l’Assessora regionale all’Istruzione Lucia Fortini, affinché si giungesse alla soluzione adottata positivamente nella giornata di ieri”.

“In più – aggiunge Ceres – questo è l’esempio tipico del rapporto positivo tra istanze sociali e la capacità delle Istituzioni di dare risposte tempestive ai problemi. La Regione Campania ha dimostrato nei fatti questa capacità. Da qui il nostro plauso”.

Fonte:http://www.ondanews.it/vaccini-obbligatori-cisl-campania-plaude-al-protocollo-regione-ufficio-scolastico-regionale/