JURASSIC PARK al Centro Le Cotoniere

JURASSIC PARK al Centro Le Cotoniere

Il temibile tyrannosaurus rex, un gigantesco diplodoco di oltre 9 metri, una grotta giurassica, lo styracosaurus, il dracorex e tanti altri dinosauri che circolano indisturbati tra gli 80 negozi de Le Cotoniere.
Il progetto “La valle dei Dinosauri” promosso dal centro Commerciale e sposato dall’amministrazione Comunale di Salerno ha riscosso un grandissimo successo. Oltre 500 alunni di scuole di ogni ordine e grado hanno partecipato e parteciperanno al percorso didattico organizzato nel centro commerciale di Fratte. Non solo. C’è anche la possibilità di incontrare “Baby Dino”, il cucciolo di dinosauro animato che realmente si aggira nei tre piani de Le Cotoniere.
L’iniziativa durerà fino all’11 novembre. Stamattina l’evento è stato presentato alla stampa e moderato dalla collega, Claudia Bonasi. A fare gli onori di casa l’amministratore delegato de Le Cotoniere, Ermanno Niccoli; il vice sindaco di Salerno Eva Avossa; il direttore del centro Carmelo Camiolo ed il paleontologo, Sergio Bravi.

fonte: tvoggisalerno

Al Teatro Augusteo successo per la “Grande Guerra” di Gaetano Stella

Straordinario successo oggi al Teatro Augusteo

per la compagnia teatrale diretta da Gaetano Stella

Salerno 8 maggio 2018 – Questa mattina, nell’ambito dell’evento “Erano giovani e forti – Salerno e i suoi Figli nella Grande Guerra”, il comitato per la Commemorazione della I Guerra Mondiale ha organizzato, presso il teatro Augusteo di Salerno lo spettacolo “Voci e suoni della Grande Guerra” scritto e diretto da regia di Gaetano Stella e la produzione di Animazione’90 di Elena Parmese, in collaborazione con l’Accademia dello Spettacolo di Baronissi.

All’evento hanno presenziato il Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, Comandante delle forze operative del Sud, e del vice sindaco del Comune di Salerno, Eva Avossa, oltre ad una nutrita rappresentanza degli Istituti superiori di Salerno e Provincia. Lo spettacolo ha ricordato i tragici eventi del conflitto suscitando emozioni e grande attenzione degli spettatori catturati, tra l’altro, dalle immagini dell’Istituto Luce e dalla recitazione delle lettere dal fronte.

Protagonisti di questa straordinaria mattinata, che si è conclusa con la standing – ovation da parte degli studenti degli istituti superiori presenti in sala, sono stati, Marco Villani nei panni del Generale Diaz, Daniele Nocerino nei panni di Giovanni Gaeta (E. A. Mario), Francesca Stella nei panni di Adelina sua moglie, e con Manuele Stabile, Antonio D’Amico, Elisabetta Condorelli, Lucia Voccia, Roberto Matteo Giordano, Stefano Mammato, Giuliano Cipresso, Letizia Netti nei panni della Memoria, la straordinaria voce di Tommaso Fichele, il Professional Ballet di Pina Testa con le coreografie di Fortuna Capasso e le emozionanti interpretazioni di Serena Stella e Annarita Vitolo rispettivamente nei panni della giovane Caterina e Maria Bergamas.

La rappresentazione è stata resa possibile grazie al contributo di Tecnoscuola, TSM del dott. Guarino, la Banca Popolare Vesuviana, la Reale Mutuo Agenzia Giuliano e l’Ordine Equestre del San Sepolcro.

Dopo questo straordinario successo, il Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, venerdì mattina a Napoli, a Palazzo Salerno, per l’alza bandiera, ha invitato Gaetano e Serena Stella, ad arricchire il tutto con la lettura delle due testimonianze tratte dallo spettacolo.

fonte: cilentonotizie

A Unisa una mostra per i 70 anni della Costituzione Italiana

A Unisa una mostra per i 70 anni della Costituzione Italiana

Sarà esposta la copia originale della Costituzione inviata al Comune di Salerno nel 1948.

Lunedì 26 marzo avrà luogo all’Università di Salerno l’incontro di studi dal titolo “Madrepatria 1948-2018: settant’anni della Costituzione Italiana”. L’incontro, che si terrà alle ore 10.00 alla Biblioteca Centrale di Ateneo, costituisce il secondo appuntamento del Seminario “Cittadinanza e Leadership tra Italia ed Europa”, promosso dall’Osservatorio interdipartimentale per gli Studi di Genere e le Pari Opportunità.

In quest’occasione sarà inaugurata anche la mostra “Le Costituenti nella memoria. Storie, luoghi, politiche” a cura di F.I.A.P. (Federazione Italiana delle associazioni partigiane), A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), I.R.S.I.F.A.R. (Istituto Romano per la Storia d’Italia dal Fascismo alla Resistenza), Biblioteche di Roma e Associazione Toponomastica Femminile.
L’incontro avrà inizio con i saluti delle istituzioni: il Rettore dell’Università di Salerno, Aurelio Tommasetti, il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, l’Assessore alla Pubblica Istruzione e Vicesindaco di Salerno, Eva Avossa, il Presidente ANPI Salerno, Luigi Giannattasio. Seguiranno gli interventi di Giuseppe Cacciatore, Maria Rosaria Pelizzari, Maria Rosaria Califano, Giuliana Cacciapuoti, mentre a coordinare l’evento sarà Marcello Andria, Direttore del Centro Bibliotecario di Ateneo.

Sarà esposta alla mostra la copia originale della Costituzione inviata al Comune di Salerno nel 1948, oltre ad altri documenti originali del periodo custoditi presso la Biblioteca Centrale di Ateneo.
L’intento della mostra è quello di raccontare le storia della ventuno donne che furono elette per la prima volta in Parlamento. Il 25 giugno 1946, quando l’Assemblea Costituente si riunì in prima seduta nel Palazzo di Montecitorio, le 21 deputate erano suddivise nei seguenti schieramenti: 9 della Democrazia cristiana, 9 del Partito comunista, 2 del Partito socialista e 1 dell’Uomo Qualunque. Alcune di queste donne avevano partecipato alla Resistenza mentre altre diventeranno in seguito importanti figure istituzionali. Tuttavia, ciò che accomunava le deputate era un forte impegno politico e senso democratico, per contribuire allo sviluppo della politica italiana in un momento di svolta per il Paese.

fonte: infocilento

Anniversario del bombardamento di Frascati. Eva Avossa ha partecipato alla commemorazione in rappresentanza dell’Amministrazione comunale salernitana

In occasione del 74°Anniversario del bombardamento di Frascati dell’8 Settembre 1943 si è celebrato a Frascati “Il giorno della memoria”.

Lo scorso venerdì, il vicesindaco Eva Avossa ha partecipato alla commemorazione in rappresentanza dell’amministrazione comunale salernitana. Dopo la Santa Messa, celebrata dal Vescovo di Frascati Raffaello Martinelli, la giornata è proseguita con la rievocazione dell’allarme antiaereo sul sagrato della Chiesa. Nel pomeriggio si è tenuto il corteo al monumento alle Vittime Civili che ha anticipato la cerimonia conclusiva.

fonte: http://www.battipaglia1929.it/2015-09-16-13-40-18/news-dalla-provincia/item/5236-anniversario-del-bombardamento-di-frascati-eva-avossa-ha-partecipato-alla-commemorazione-in-rappresentanza-dell-amministrazione-comunale-salernitana.html

Frascati ricorda quell’8 settembre di 74 anni fa

FRASCATI (attualità) – In corso da questa mattina il fitto calendario di appuntamenti: in piazza San Pietro alle 12 letti i nomi dei 62 bambini morti sotto le bombe anglo-americane

ilmamilio.it – contenuto esclusivo

Una giornata di celebrazioni nel ricordo di quell’8 settembre 1943 che per Frascati è sempre una memoria di morte e di sofferenza collettiva.

La città tuscolana si ferma ancora una volta per ricordare le sue vittime e la distruzione delle bombe anglo-americane che la rasero al suolo provocando centinaia di vittime.

Questa mattina la solenne celebrazioni eucaristica nella Cattedrale di San Pietro quindi, alle 12, il consueto agghiacciante suono della sirena che ha ricordato quelle antiaeree. Una momento di ricordo che Frascati non può e non vuole tradire, non vuole e non può dimenticare. Quindi il lungo silenzio.

In cielo sono stati lanciati dei palloncini bianchi e sono stati letti tutti i nomi dei 62 bambini morti sotto le bombe. Un momento particolarmente toccante.

Come sempre in questi ultimi anni ospite un’altra città martire: quest’anno è la volta di Salerno, presente con la sindaca Eva Avossa. A rappresentare Frascati in prima fila il sindaco Roberto Mastrosanti e con lui gran parte del Consiglio comunale, gli assessori, autorità civili, militari e religiose.

Fonte: https://www.ilmamilio.it/c/comuni/1756-frascati-ricorda-quell-8-settembre-di-74-anni-fa-video-sirena-foto.html